Malia d’Ape – Se una poesia parlasse di te –

‘Mi piacerebbe pubblicare una raccolta di poesie’

‘Eh, mi dispiace ma la poesia non vende’

‘ Poesie? Ma la poesia non interessa a nessuno’

L’origine più antica di questa parola poesia  risale alla radice sanscrita  – pu – che vuol dire generare, procreare e ancora da internet si legge in merito

” La poesia è, in altri termini il frutto della creazione artistica che raggiunge vette tanto sublimi quanto riesce a trasfigurare il dolore, la sofferenza, le tragedie in bellezza estetica ed etica. “

Fa strano pensare che questo qui da noi ‘non vende’ e ‘non interessa a nessuno’.

Alla poesia, però,  interessa di noi; le interessano le nostre storie, le interessa il raggio di sole tutto sparso sopra un filo d’erba minuscolo e un po’ umido. Ho sempre creduto che attraverso l’arte, l’uomo potesse avvicinarsi a Dio però con la scrittura la sensazione non è mai stata la stessa, rimaneva sfuggente fino a quando è successo che scrivendo ho sentito Dio, avvicinarsi Egli stesso, al foglio, all’inchiostro, alle mani … così è questo, ho pensato, la Poesia avvicina Dio all’Uomo, non viceversa e questo cambia ogni cosa.

Ecco perché agli Scrittori vengono affidate le storie: per lasciarci entrare Dio.


Malia d’Ape è un progetto, che ha come intento quello di rivelare la poesia nella vita quotidiana delle persone. 

La proposta è questa: raccontami di un giorno, di un particolare momento della tua vita, di te o di un volto che ti è molto caro, di qualsiasi cosa ti piacerebbe affidare alla poesia e io ti ascolterò e scriverò di te.

La Poesia mi ha aiutato a liberare tutte quante le mie morti e la morte delle persone a me care, è sempre stata un passo avanti al mio dolore, già in un nuovo amore per farmi vedere, per farmi camminare e attirarmi lì come la stella più luminosa. Ha visto prima di me il cuore delle persone, mi ha raccontato del mio amore, di me stessa, del mio corpo, e sono certa del fatto che sia una Grande e Bellissima Messaggera dei Regni.

Quando scrivo, qualcosa di morbido e appuntito si posa su ciò di cui sto scrivendo come l’ape fa con il fiore e dall’incontro di questi due elementi così apparentemente inconsistenti ma pieni di realtà vengono fuori parole che sono miele. Una sostanza degli Dei che non è né del fiore né dell’ape come dire che non è né della terra e né del cielo ma nasce da entrambi.

Le nostre storie sono piene di miele anche quella che ci sembra più triste ha in sé l’ingrediente per essere rivelata e liberata, per essere la preghiera che nessuno ha mai detto, il grazie che nessuno si è concesso, il saluto che non si ha il coraggio di dare, l’amore che si ha vergogna di danzare, la bellezza che è tempo di declamare …

E’ come dipingere un volto, un istante, un paesaggio con la penna invece che con il pennello.

Come?

Mandami qualche fotografia che ti ritrae, le tue preferite e partendo da quelle immagini, scriverò di te

scoprendo insieme la poesia che è tua e che ti riguarda.

Oppure

Puoi regalare un ‘ritratto poetico’ ad una persona a te cara, in questo caso le fotografie riguarderanno

questa persona e sarai tu a fornirmi qualche particolare, sensazione su di lei che tu hai colto, un episodio

che vi riguarda e che potrebbe esser parte della poesia. I versi prima di giungere al destinatario passeranno

per il te.

Oppure

Puoi raccontarmi un momento della tua vita, un rapporto a cui tieni, un ricordo e saranno narrati in poesia.

Per raccontarmi di te e avere maggiori informazioni su costi e modalità scrivi a

camillaviscusi@gmail.com

Facebook Cami Bee

La poesia è una storia vera.